La nostra proposta

Un progetto per la città di
Reggio Emilia


La nostra storia non inizia oggi ma il nostro percorso ha tanta strada alle spalle

Dal 2018 abbiamo intrecciato il percorso civico della sinistra diffusa cittadina con quello dei partiti, tra cui Sinistra Italiana si è resa fin da subito disponibile e parte integrante nell’esperienza di REC Reggio Emilia in Comune, esperienza che ha attraversato le scorse elezioni amministrative del 2019 in autonomia, non riuscendo ad eleggere propri rappresentanti all’interno del consiglio comunale ma mantenendo comunque una presenza salda e forte sul territorio in questi 5 anni.

Incidere sul futuro

In questi 5 anni abbiamo messo continuamente in evidenza molti dei limiti della giunta guidata da Luca Vecchi, soprattutto per il modo verticistico di intendere il governo della città, che ha aumentato la distanza tra istituzioni e cittadinanza e contemporaneamente abbiamo accresciuto la nostra consapevolezza e la nostra volontà di incidere positivamente sul futuro della nostra città ed insieme abbiamo deciso di continuare il nostro percorso dandogli nuova linfa

SINISTRA IN COMUNE


SINISTRA IN COMUNE è il nome che abbiamo scelto per presentarci alle prossime elezioni amministrative, unendo la struttura del partito di Sinistra Italiana con l’esperienza civica di REC sostenendo la candidatura di Marco Massari, con la convinzione che le nostre idee debbano diventare elemento di governo della città.

Il compito che vogliamo assumere è creare una dialettica politica in grado di ascoltare le istanze che provengono dal basso, dalle tante associazioni che si prendono cura del territorio e che sono in grado, con il loro operare, di indicare quale sviluppo e quale progresso abbiamo bisogno per la nostra città.
Sinistra in comune non nasce dal nulla ma ha alle spalle forze politiche e sociali che da anni contribuiscono a rendere più vivibile e più partecipata la città.
Il futuro di Reggio Emilia deve essere guidato verso una economia sostenibile, sia nella cura dell'ambiente che nel fronteggiare tutte le marginalità ed esclusioni che creano conflitti, isolamento e bisogno di autodifesa.

 

parallax background

Una città per tuttə

Le sfide che portiamo dentro alla prossima amministrazione vogliono trasformare quelli che oggi sembrano solo problemi in opportunità di crescita e di progresso, con la consapevolezza che una crescita sostenibile che mira alla cura del territorio e degli abitanti crea nuova ricchezza e nuova democrazia, e che nessun problema si risolve da solo ma richiede la partecipazione, una partecipazione che non è solo impegno e volontariato ma riqualificazione delle relazioni sociali e arricchimento della vita civile.
Per questo pensiamo che la prossima amministrazione comunale debba impegnarsi per potenziare e riqualificare i servizi pubblici e superare la logica privatistica e aziendale, che ha impoverito la città e creato sfiducia verso le Istituzioni democratiche, dare valore alla partecipazione e alle realtà autorganizzate, valorizzare i beni comuni, trasformare la città da spazio di attraversamento dei flussi in luogo degli abitanti e patrimonio di tutte e tutti.